Ungulati e Piccola selvaggina

Il territorio della Regione Calabria é sottoposto a regime di caccia controllata gratuita con limitazione di tempo, specie e numero di capi di selvaggina da abbattere.

MODALITA’ DI ESERCIZIO DELLA CACCIA e specie cacciabili

  • 2 e 3 Settembre 2017: Tortora, Colombaccio, Cornacchia grigia, Ghiandaia e Gazza esclusivamente da appostamento;
  • 10 settembre 2017: Tortora, Colombaccio, Cornacchia grigia, Ghiandaia e Gazza esclusivamente da appostamento e Quaglia con l’utilizzo dei cani da ferma e da riporto.

CHIUSURA generale della caccia: 10 febbraio 2018

Dal 17 settembre 2017 al 10 febbraio 2018 la caccia è consentita su tutto il territorio regionale per tre giorni la settimana, a scelta del cacciatore, fra lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica, con l’esclusione del martedì e venerdì, giorni di silenzio venatorio a norma della legge n. 157/92.
Per la fauna non compresa nelle specie sotto elencate vige il divieto di caccia.
La caccia può essere esercitata esclusivamente nei confronti delle specie di uccelli e di mammiferi, appartenenti alla fauna selvatica sotto elencata ed esclusivamente nei periodi indicati:

  • Tortora: 17 settembre, esclusivamente da appostamento; dall’1 al 15 ottobre 2017;
  • Allodola, Merlo: dal 1 ottobre al 31 dicembre 2017;
  • Fagiano, dal 17 settembre al 30 novembre 2017;
  • Quaglia: dal 17 settembre al 30 novembre 2017;
  • Tordo bottaccio, Tordo sassello e Cesena: dal 5 ottobre 2017 al 31 gennaio 2018;
  • Tordo bottaccio e Tordo sassello a partire dal 20 gennaio 2017 sono cacciabili solo da appostamento;
  • Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza: dal 1 ottobre 2017 al 10 febbraio 2018. Dall’1 ottobre 2017 al 20 gennaio 2018 in forma vagante e/o da appostamento, dal 21 gennaio al 10 febbraio 2018 esclusivamente da appostamento;
  • Folaga, Alzavola, Mestolone, Canapiglia, Fischione, Germano reale, Codone, Marzaiola, Beccaccino, Moriglione, Frullino, Pavoncella, Gallinella d’acqua, Porciglione: dal 17 settembre 2017 al 31 gennaio 2018;
  • Combattente: dal 17 settembre al 8 ottobre 2017;
  • Colombaccio: dal 17 settembre al 31 dicembre 2017 in forma vagante e/o da appostamento, dal 1 gennaio al 28 gennaio 2018 esclusivamente da appostamento;
  • Beccaccia: dal 15 ottobre 2017 al 20 gennaio 2018;
  • Lepre comune: dal 17 settembre al 17 dicembre 2017 (con l’ausilio del cane da seguita);
  • Cinghiale: dal 1 ottobre al 31 dicembre 2017 (con l’ausilio del cane da seguita);
  • Volpe: dal 17 settembre al 31 gennaio 2018 (con l’ausilio del cane da seguita).

Dal 1 gennaio al 30 gennaio 2018, la caccia alla Volpe è consentita anche alle squadre autorizzate dall’Amministrazione Regionale, previa predisposizione di specifici disciplinari.

ORARIO DI CACCIA

La caccia è consentita da un’ora prima del sorgere del sole fino al tramonto secondo le tabelle mensili in calce riportate.
Per le specie Beccaccia la caccia è consentita dalle ore 7,00 alle ore 16,00 nei giorni e nei rispettivi periodi stabiliti.
La caccia di selezione al Cinghiale è consentita fino ad un’ora dopo il tramonto.
La caccia al Cinghiale è consentita dalle ore 7,00 fino al tramonto nei giorni e nei rispettivi periodi stabiliti. Non costituisce esercizio venatorio la presenza sul posto di caccia prima o dopo l’orario consentito, per occuparsi dei lavori preparatori e/o dei lavori di rimozione degli stampi per la caccia agli anatidi da appostamento fisso o temporaneo, sempre che l’arma sia debitamente scarica ed in custodia.

LIMITI DI CARNIERE

Selvaggina stanziale: 1 Lepre comune per cacciatore e per giornata di caccia per un massimo di 3 capi a stagione venatoria; 2 Fagiani (di cui una sola femmina), per cacciatore e per giornata di caccia per un massimo di 10 capi a stagione venatoria; 30 Volpi, 30 Cornacchie grigie, 10 Ghiandaie e 30 Gazze, per giornata di caccia.

Cinghiale: 20 capi giornalieri per squadra.

Selvaggina migratoria: 25 capi per cacciatore e per giornata di caccia, con il limite giornaliero di: 5 Tortore per un massimo di 20 capi stagionali, 5 Quaglie per un massimo di 25 capi stagionali, 3 Beccacce, solo 2 nel periodo compreso tra il 02 gennaio e il 20 gennaio 2018, con un massimo di 20 capi stagionali; 5 Codoni con un massimo di 25 capi stagionali; 10 Allodole con un massimo di 50 capi stagionali; 8 Colombacci, 8 Anatidi ; 5 Trampolieri, 5 Rallidi; 2 Combattenti con un massimo di 6 stagionali, 5 Pavoncelle con un massimo di 25 capi stagionali.